Retrospettiva annuale sui pollini

La concentrazione pollinica nell’aria cambia di anno in anno, come dimostra il monitoraggio pluriennale dei dati.

La concentrazione pollinica di un anno viene confrontata con l’ausilio di molti grafici e testi esplicativi con la media di più anni e ne risulta un quadro assai eterogeneo: un anno i valori sono molto elevati, un altro piuttosto bassi. Anche l’inizio della fioritura varia fortemente, soprattutto per gli alberi. La stagione del polline di betulla può ad esempio incominciare già a metà marzo o solo a metà aprile secondo le temperature raggiunte nelle settimane o nei mesi precedenti. Il monitoraggio pluriennale consente di mettere in evidenza la situazione sul fronte dei pollini: stagioni polliniche precoci o tardive, più intense o più deboli oppure la presenza di nuove specie polliniche allergeniche, come ad esempio l’ambrosia.

Stagione dei pollini

Nei bollettini sul clima Inverno, Primavera, Estate e Autunno di MeteoSvizzera è sempre riportata una descrizione della stagione pollinica nel confronto con la media. Alla pagina stagione pollinica di MeteoSvizzera, si trovano i grafici annuali della concentrazione media giornaliera di pollini per le stazioni della rete svizzera di osservazione dei pollini.

Calendario dei pollini per stazione di misurazione

Un calendario dei pollini mostra l’andamento medio delle specie polliniche allergeniche su più anni. Il calendario dei pollini di MeteoSvizzera è il risultato di misurazioni ventennali volte a fornire un quadro quanto più completo della presenza dei pollini. La concentrazione è indicata, come nelle previsioni, con «debole», «media», «forte» e «molto forte». Dal calendario si può evincere quando attendersi quale concentrazione sulla base della normale presenza negli ultimi vent’anni di determinate classi di pollini.

Indice di primavera

L’indice di primavera indica l’inizio dello sviluppo della vegetazione in primavera espresso come confronto rispetto alla media pluriennale 1981-2010. L’indice è calcolato annualmente e riassume le fasi fenologiche della primavera. Poiché la temperatura è un fattore determinante per lo sviluppo delle piante, l’indice di primavera si presta come grandezza per visualizzare le conseguenze del cambiamento climatico sulla vegetazione. Maggiori dettagli alla pagina indice di primavera del sito di MeteoSvizzera.