Reazioni crociate

Chi è allergico ai pollini di betulla o di altre piante, a causa di una reazione crociata reagisce anche a determinati alimenti.

Donna con mela - Reazioni crociate - aha! Centro Allergie Svizzera - Info allergie - © Foto: iStock_000016313550XSmall

Le reazioni crociate si manifestano per lo più tra alimenti, pollini e lattice perché le loro proteine sono molto simili. Di regola, i sintomi sono moderati.

Che cos’è una reazione crociata?

Una reazione crociata è un’allergia di gruppo a proteine simili o imparentate. Le persone colpite reagiscono in modo allergico a più sostanze apparentemente indipendenti l’una dall’altra. Solitamente si tratta di un’allergia alimentare scatenata da un’allergia al lattice o ai pollini. Esempi frequenti di reazione crociata sono le sindromi da pollini di betulla-noci-frutta a granella o da artemisia-sedano-spezie: chi è sensibilizzato al polline di betulla può quindi reagire in modo allergico anche alle mele e alle noci, e viceversa.

Come riconosco una reazione crociata?

Se soffrite di allergie ai pollini e durante il consumo di determinati alimenti sentite un prurito al palato, un bruciore e un prurito in bocca e alle labbra o se dovesse persino verificarsi un gonfiore al viso, prendete in considerazione una reazione crociata.

Come posso prevenire una reazione crociata?

Se mangiando avvertite un prurito in bocca o in gola, non dovreste inghiottire il boccone. Durante la cottura o il riscaldamento, molte proteine vengono distrutte, cosa che rende l’alimento innocuo. Spesso si raccomanda di mangiare soltanto piccole quantità dell’alimento in questione o di rinunciarvi completamente. A volte, la desensibilizzazione ai pollini attenua anche l’allergia alimentare.

Quali reazioni crociate sono più frequenti?

Circa il 70 per cento degli allergici ai pollini arborei soffre di reazioni crociate con gli alimenti. Gli allergici all’artemisia e alle graminacee ne sono meno colpiti.

Sindrome da pollini di betulla-noci-frutta a granella

Betulla, ontano, nocciolo (gennaio–aprile)
Frutta a granella e a nocciolo (mele, pere, prugne, albicocche, ciligie ecc.), nocciole, noci, mandorle, pomodori, carote, sedano, mango, avocado, finocchi, kiwi, litchi

Sindrome da artemisia-sedano-spezie

Artemisia (luglio–agosto)
Sedano, carote, finocchi, carciofi, camomilla, pepe, senape, aneto, prezzemolo, coriandolo, cumino, anice, semi di girasole

Altre reazioni crociate tipiche

Graminacee (maggio–luglio)
Arachidi, patate crude, soia, kiwi, pomodori, meloni, cereali, menta
 

Redazione: aha! Centro Allergie Svizzera in collaborazione con il consiglio scientifico.
 

L’aiuto di aha! Centro Allergie Svizzera

  • I prodotti e i servizi recanti il label allergia svizzero sono particolarmente adatti alle persone colpite.
  • Altri opuscoli e fact sheet – da ordinare o scaricare – nell'aha!shop.
  • Conosce l'applicazione Pollini-News per persone affette da pollinosi?
  • Consultorio aha! – sede Mendrisio: per genitori che hanno domande sulla neurodermite (dermatite atopica) dei bambini.
  • aha!kinderlager (colonie in lingua tedesca o francese) per bambini tra gli 8 e i 12 anni con allergie, intolleranze, asma, dermatite atopica, vitiligine e psoriasi.
  • aha!jugendcamp (campi vacanza in lingua tedesca e francese) per ragazzi tra i 13 e i 16 anni: oltre a organizzare varie attività sportive e del tempo libero, monitori esperti trattano anche aspetti delle malattie allergiche nell’adolescenza.
  • Desiderate far parte del Consiglio (tedesco o francese) o sentire anche il parere di altre persone colpite nel gruppo di scambio?

Aiutate anche voi

  • La vostra donazione ci consente di mettere a disposizione delle persone con allergie, asma e neurodermite importanti prestazioni. Ogni contributo è impiegato in modo mirato ed efficace. Grazie di cuore.

 

 

Publicità