aha!award 2015 – i vincitori

aha!award 2015: I vincitori Dominique Eva Vining, Mirko Mikula und Irina Rodriguez (d.s.a.d.; non presente alla cerimonia di consegna dei premi era Fabienne Thomann).


Fabienne Thomann e Irina Rodriguez col gioco «Lebensmittelchaos»

Fabienne Thomann e Irina Rodriguez studiano ergoterapia presso la ZHAW (Scuola universitaria professionale di scienze applicate di Zurigo) e nel quadro di un lavoro di progetto hanno sviluppato un gioco che insegna in modo visivo-creativo ai bambini in età prescolastica affetti da allergie alimentari o celiachia (intolleranza al glutine) a riconoscere gli alimenti che possono causare loro problemi o, in casi estremi, uno shock anafilattico. Prima di realizzare il prototipo, le due studentesse hanno condotto un sondaggio tra i genitori di bambini affetti. Dopo aver superato diversi test, il gioco dovrebbe venire prodotto entro la fine del 2015 in più lingue. Fabienne Thomann e Irina Rodriguez sperano che possa essere utile anche ai dietisti e alle scuole, non solo alle famiglie e ai bambini.

Dominique Eva Vining – consigli per gli insegnanti

Per il suo lavoro di master alla Interkantonale Hochschule für Heilpädagogik Zürich (alta scuola intercantonale di pedagogia curativa di Zurigo), Dominique Eva Vining ha consultato la letteratura specializzata per occuparsi di allergie alimentari potenzialmente letali e malattie croniche nei bambini, stress, stigmatizzazione e mobbing, e intervistato bambini affetti, genitori e insegnanti. Da tutto ciò ha tratto una serie di raccomandazioni per aiutare le direzioni scolastiche e gli insegnanti a meglio gestire queste situazioni. L’obiettivo di Dominique Eva Vining è che il tema ottenga maggiore attenzione in ambito scolastico.

Mirko Mikula – un cortometraggio sull’allergia al veleno degli insetti

Con «BEESTING», un cortometraggio informativo, Mirko Mikula, studente di medicina, spiega in nove minuti come e perché le punture di api e vespe possono provocare reazioni allergiche, anche letali. Allo scopo, ricostruisce un ricovero al pronto soccorso dell’Inselspital di Berna, arricchendolo con animazioni, sequenze e dichiarazioni di pazienti reali ed esperti di medicina e scienza. L’idea di creare un video gli è venuta nel quadro del suo lavoro di master presso il pronto soccorso dell’Inselspital. Analizzando i dati dei pazienti, ha constatato come l’opinione pubblica sia poco informata sui problemi, le terapie e le misure preventive connessi con l’allergia al veleno di api e vespe. Oltre a trasmettere conoscenze di base in un linguaggio di facile comprensione, il video presenta anche l’immunoterapia specifica come finora unica terapia causale dell’allergia al veleno degli insetti o ai farmaci.

 

Comunicato stampa aha!award 2015

Galleria delle foto

Foto: Stefan Marthaler, Worb

Scaricare:  cartella

 

Publicità